Acasa Informazioni fiscali Canone RAI

Canone RAI

de Petra IOSUB
0 comentarii
Lucratoarele domestice convivente NU trebuie sa plateasca abonamentul TV  !!!
Iata ce spune legea :

 Canone RAI 2020: chi non paga? Ecco tutte le regole su esenzione ed agevolazioni.

Canone Rai 2020, chi non paga e quali sono i soggetti esonerati? Anche dal prossimo 1° gennaio si potrà fare domanda di esenzione canone Rai, nel rispetto di determinati requisiti.

Prima di analizzare per punti come fare, è bene partire dalle novità: la Legge di Bilancio 2020 conferma l’esenzione dal pagamento dei 90 euro di canone per gli anziani con reddito basso, non superiore al limite di 8.000 euro.

Il limite di 8.000 euro di reddito per gli anziani over 75 viene stabilizzato a partire dal 1° gennaio 2020 e, tra le novità, la Legge di Bilancio stabilisce che potranno usufruirne anche gli anziani conviventi con collaboratori domestici, colf e badanti.

L’esonero dal canone Rai si estende dal 2020, ma restano invariate regole e scadenze per poter fare domanda, sia per gli anziani a basso reddito che per gli altri soggetti esonerati, ovvero coloro che non hanno una TV a casa e possono presentare richiesta di disdetta.

In questi casi, i cui requisiti saranno approfonditi in maniera dettagliata nell’articolo, sarà possibile fare domanda di esonero dal pagamento del canone Rai per il 2020. Le scadenze sono fondamentali per non pagare e per evitare di vedersi addebitare le rate mensili in bolletta.

Vediamo nelle righe che seguono chi non paga i 90 euro del canone Rai nel 2020.

Esenzione canone Rai 2020: tutti gli esoneri previsti

Non è rilevante guardare o meno la TV ai fini del pagamento del canone Rai, ma basta avere in casa anche un solo apparecchio adatto alla ricezione dei canali televisivi per essere obbligati al pagamento della tassa da 90 euro all’anno.

Soltanto alcune categorie di contribuenti possono beneficiare dell’esonero dal pagamento del canone Rai e, anche nel 2020, l’agevolazione si applica ai seguenti soggetti:

  • Anziani Over 75 titolari di reddito non superiore a 8.000 euro;
  • Invalidi civili degenti in un casa di riposo;
  • Militari delle Forze Armate Italiane: ospedali militari, Case del soldato e Sale convegno dei militari delle Forze armate. Inoltre se un membro delle Forze Armate si trova in un appartamento privato situato all’interno di una struttura militare non è esonerato dal pagamento del canone;
  • Militari di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato;
  • Agenti diplomatici e consolari: solo per quei Paesi per cui è previsto lo stesso trattamento per i diplomatici italiani;
  • Rivenditori e negozi in cui vengono riparate TV.

Non paga il canone, inoltre, chi dichiara di non possedere alcuna televisione in casa.

Si specifica che in tal caso è necessario che il contribuente titolare di utenza elettrica ad uso domestico residenziale non sia in possesso di TV in nessuna delle abitazioni in cui è attiva un’utenza elettrica a proprio nome.

Esenzione canone Rai anziani over 75 anni 2020: novità, limiti di reddito, scadenza e moduli di domanda

Analizziamo caso per caso tutte le regole previste per l’accesso all’esonero dal pagamento del canone Rai 2020.

Partiamo dagli anziani, soggetti beneficiari delle novità previste dalla Legge di Bilancio 2020.

L’esonero si applica per i contribuenti che rispettano i seguenti requisiti:

  • età pari o superiore a 75 anni;
  • reddito non superiore ad 8.000 euro.

Il limite di reddito per l’esenzione canone Rai 2020 dovrà essere considerata complessivamente considerando sia le somme percepite dal soggetto richiedente che dal coniuge.

L’esenzione canone Rai si applica esclusivamente qualora l’anziano, oltre che con il coniuge, non conviva con altri soggetti titolari di reddito proprio. Questa regola, che negli anni ha inibito di beneficiare dell’esenzione ad anziani non autosufficienti, non si applica nel caso di convivenza con collaboratori domestici, colf o badanti.

Articole asemănătoare

Acest site folosește cookies. Apăsați OK pentru a continua navigarea. OK Read More